IL DIARIO DI VALENTINA PITZALIS: UN CUPO PRESAGIO INASCOLTATO

Ecco quindi una per una le pagine del Diario di Valentina Pitzalis, e alcune spiegazioni per comprendere alcuni passaggi, pagina per pagina.

Ricordo comunque il contesto per chi non abbia letto il post che introduce al Diario, questo —> IL DIARIO DI VALENTINA PITZALIS: COSA RACCONTA VERAMENTE

Si tratta della trascrizione su carta di parte della comunicazioni tra Vaelntina Pitzalis e Manuel Piredda, e’ l’estate del 2005, lei è partita per lavorare la stagione in Germania. E’ fidanzata con un ragazzo, R.L., ma da qualche tempo è anche corteggiata da Manuel.

Lei ha deciso di non lasciare il fidanzato, ma vive un conflitto molto intenso perchè è anche molto attratta da Manuel, il ragazzo che alla fine sceglierà definitivamente.

Le pagine non sono rigorosamente in ordine per la mancanza di alcune date e la difficoltà di abbinare tra loro alcuni scritti. L’ originale purtroppo e’ conservato al momento in una cassaforte del Tribunale di Cagliari, sotto sequestro dopo la decisione di Roberta Mamusa di pubblicarne alcune parti scelte arbitrariamente.

 

 

ECCO ALCUNE PAGINE VERAMENTE SIGNIFICATIVE, SENZA BISOGNO DI GRANDI INVENZIONI.

ECCO VALENTINA LAMENTARSI PER LA GELOSIA FOLLE DI MANUEL, PER EPISODI CHE LEI GIUDICA INCONCEPIBILI, COME UNA SCENATA PER UNA CHIAMATA DI UN AMICO.

SI INTERROGA VALENTINA SE MANUEL HA INTENZIONE DI CHIUDERLA IN UNA GABBIA.  GLI CHIEDE DI NON FARLE QUESTO, DI NON TRADIRLA O DELUDERLA IN QUESTO SENSO, IN QUELLO DI UN POSSESSO OSSESSIVO.

Non sa Valentina Pitzalis, che quei segnali che sta cogliendo da Manuel, quelle paranoie e quelle ossessioni, non scompariranno mai. Tutt’altro.  Saranno proprio quelle ossessioni, quella gelosia folle, unita all’abuso di droghe e psicofarmaci a far peggiorare le cose in un crescendo che porterà alla tragica aggressione di Bacu Abis, quando Manuel darà fuoco a sua moglie.

Straordinario che proprio queste pagine non siano mai state pubblicate da chi ha voluto tIrare fuori dagli armadi il vecchio diario di Valentina: Roberta Mamusa, lei che pure ne aveva la versione integrale.

Ancora una volta la Signora decide cosa deve essere noto e cosa no. Cosa deve essere diffuso e cosa deve rimanere nascosto.

Cosi 4 righe di fantasie romantiche su una serata alla Romeo e Giulietta diventano la prova della follia suicida di Valentina Pitzalis, ma due, tre intere pagine in cui la moglie di suo figlio, chiede a lui di abbandonare la sua folle gelosia, quelle devono rimanere segrete.

Proprio quelle che confermano esattamente i racconti di Valentina Pitzalis sui mostri che abitavano nel cervello di Manuel, su quelle sue ossessionI che trasformeranno la loro vita in un inferno proprio sotto gli occhi della madre.

Quelle gelosie che per lei non sono mai esistite. Sono sempre state negate, esattamente come sono state nascoste queste pagine che le confermano.

 

Ma Valentina nulla sa in quei giorni del destino che l’aspetta. Per lei c’è solo un sogno d’amore da realizzare. Come vedremo nell’articolo di domani dal titolo: IL DIARIO DI VALENTINA PITZALIS: FINALMENTE INSIEME

Per leggere l’artIcolo precedente dell’inchiesta clicca qui: IL DIARIO DI VALENTINA PITZALIS: PROGETTI E MANCATE GELOSIE

 

IMPORTANTE: 

Questa inchiesta nasce con l’intento di diffondere il più possibile le informazioni  e i dati reali  sull’aggressione a Valentina Pitzalis avvenuta nel 2011 a Bacu Abis per mano di suo marito Manuel Piredda. Informazioni per fare chiarezza,  contro la massa di bugie ed inesattezze diffuse in questi anni con lo scopo di accreditare una verità alternativa a quella sancita dalla Giustizia, una verità  non sorretta da alcun elemento concreto. Un insieme di teoremi e supposizioni che hanno portato Valentina Pitzalis ad essere al centro di campagna di accuse e insulti.

  Se ritieni interessante questa inchiesta ti chiediamo di aiutarci a diffonderla condividendola con i tuoi amici e i tuoi conoscenti.